Seguici

Iscriviti alla newsletter

Carrello  

Nessun prodotto

Spedizione 0,00 €
Totale0,00 €

Carrello Alla cassa


Condividi questo post:

Dio vuole che tu abbia successo - Ottobre 2014

0 Commento
2014-11-20 12:35:42
 

 

Dio ci ha creato affinché abbiamo successo. Ci ha progettato affinché siamo dei vincitori. Questa  verità  riguarda ognuno di noi, indipendentemente da quanto sia accaduto nel passato. Dio non ha destinato nessuno a vivere una vita mediocre.

In Geremia 29:11 è scritto :
Infatti io conosco i pensieri che medito per voi, dice il Signore, pensieri di pace e non di male, per darvi un avvenire e una speranza.

Questo versetto dice che Dio conosce i Suoi pensieri per voi e il Suo desiderio è quello di donarvi un buon avvenire. Un tale avvenire vi viene promesso da dio nella Sua Parola. Potete camminare nella vittoria proprio come ha fatto Mosè. Aveva 120 anni e la sua vista non era indebolita  né la sua forza naturale esaurita.   (Deut. 34:7). Difatti, scalò una montagna il giorno in cui è tornato alla Casa del Padre.

Queste cose sono nella Parola di Dio ed Egli non fa differenze o discriminazioni fra le persone. Anzi, la verità è che quello che abbiamo oggi è più grande di quello che Mosè ha ricevuto nell’Antico Testamento. Anche a noi può essere garantito il successo. Ora, non voglio dire che il successo può essere conquistato senza lottare o senza compiere alcuno sforzo, ma, è pacifico che noi siamo destinati a cose grandiose dal Signore.

Dio ci ha creati affinché ognuno di noi sia speciale, ma sento che viviamo in una cultura che ha completamente mal interpretato il senso del vero successo. Ho cercato il significato della parola “successo”. Un dizionario americano,  The American Heritage Dictionary (AHD), definisce il successo come “ il raggiungimento di qualcosa di desiderato, pianificato o tentato”. Questa definizione direi che è un po’ generalizzante. Con questo voglio dire che tante persone anelano al niente e quel niente finiscono per conquistarlo continuamente. La seconda definizione che ho trovato è “ottenere la fama e la prosperità”. Non mi piace affatto questa definizione. Non è minimamente vicina alla definizione di successo secondo Dio. Tante persone ottengono fama e prosperità ma non raggiungono il vero successo.

Secondo la mia opinione, il successo ha bisogno di essere ridefinito. Non ha soltanto a che fare con qualcosa di eclatante e grande. Infatti, non tutti sono stati chiamati necessariamente a fare qualcosa di grande.

Cerco di far capire il concetto utilizzando questo esempio.  Solo qui negli Stati Uniti abbiamo uno staff di 300 persone che lavorano per il ministero e, se non fosse per ognuno di loro, noi non potremmo minimamente fare quello che siamo stati chiamati a fare. Forse non saranno mai la persona che viene ripresa dalla telecamera, ma sono una parte determinante di quello che facciamo. Noi contiamo su di loro e apprezziamo coloro che mantengono pulita e bella la nostra struttura. Senza le persone che mantengono le strade sgombre d’inverno, ad esempio, saremmo continuamente nei guai. Abbiamo bisogno di tutte queste persone per essere dei buoni amministratori di quello che Dio ci ha donato. I loro lavori potrebbero sembrare, ad un occhio umano, più insignificanti di altri, ma stanno dimostrano fedeltà al progetto per cui sono stati chiamati da Dio. Questo è quello che io definisco vero successo.

Coloro che sono fedeli nelle piccole cose lo saranno anche nelle grandi.

Matteo 25:23 dice :
Il suo padrone gli disse : Va bene, servo buono e fedele, sei stato fedele in poca cosa, ti costituirò sopra molte cose; entra nella gioia del tuo Signore.

Se saremo buoni amministratori di quello che Dio ci ha donato, Egli ci faràcrescere e ci affiderà di piùIl modo in cui il successo ci è stato presentato non è per nulla divino.

Voglio incoraggiare quanti sentono di non aver fatto abbastanza nella vita: “Dio ha in serbo qualcosa di più per voi, potrete avere successo. La vostra fedeltà verrà ricompensata”. E per coloro tra di voi che pensano di essere straordinari, spero di potervi aiutare a diventare consapevoli che il vero successo non si basa su tutte quelle cose temporanee che sono destinate un giorno a svanire. Dio ha un metro di giudizio diverso dal nostro.

I Samuele 16:7 dice
Luomo guarda allapparenza, ma il Signore guarda al cuore.
Molte persone hanno un aspetto meraviglioso all’esterno ma, nei loro cuori, sono tristi : essi non hanno gioia o pace e certamente non hanno successo.

Bisogna capire che non c’è nulla  a questo mondo che vi darà maggiore appagamento o vi soddisferà di più della consapevolezza di essere al centro del progetto di Dio.

Tanti che leggeranno questa newsletter potrebbero essere nella particolare condizione di non essere certi che stanno facendo quello a cui sono stati chiamati da Dio. Potreste amare Dio e volere che Lui si serva delle vostre vite e vi benedica, ma non sapete per certo se siete nel posto in cui Egli desidera siate. Questa è una delle ragioni per le quali le persone sono infelici e insoddisfatte. In alcuni casi io credo che Dio generi una sorta di “santa insoddisfazione”  Questo è uno dei modi che ha Dio per motivarvi e farvi capire che c’è qualcosa di più.

Secondo la grazia di Dio che mi è stata data, come esperto architetto, ho posto il fondamento; un altro vi costruisce sopra. Ma ciascuno badi a come vi costruisce sopra; poiché nessuno può porre altro fondamento oltre a quello già posto, cioè Gesù Cristo. Ora, se uno costruisce su questo fondamento con oro, argento, pietre di valore, legno, fieno, paglia, lopera di ognuno sarà messa in luce; perché il giorno di Cristo la renderà visibile; poiché quel giorno apparirà come un fuoco; e il fuoco proverà quale sia lopera di ciascuno. - 1 Corinzi 3:10-13
 
Questi versi parlano del fatto che, nella vita, noi costruiamo o con oro, argento e pietre preziose o con legno, fieno e stoppia. Non c’è scritto che tutti costruiamo con oro, argento e pietre preziose o che tutti costruiamo con legno, fieno e stoppia. Abbiamo una scelta.

La cosa triste è che molti di noi costruiscono delle cose nelle loro vite e ottengono risultati che non sono quelli pianificati da Dio per noi e li considerano un loro successo. Un giorno, saremo dinanzi al Padre ed un fuoco metterà in evidenza la natura di ogni cosa costruita e dei materiali utilizzati.

E’ scritto, ad esempio, in Matteo 12:36 che daremo conto di ogni parola inutile e vana che diciamo. Così, Dio ci riterrà responsabili per ogni azione e ogni parola che esce dalle nostre bocche. Ogni cosa di legno, fieno e stoppia, anche se sembra buona per l’uomo ed è conforme ai canoni che il mondo ha del successo, è un opera della carne e non conterà nulla.

Tanti pensano che quando si parla di legno, di fieno e di stoppia, la scrittura si riferisca a cose come l’adulterio o alla fornicazione o magari a delle dipendenze come quella dalle droghe. Credo però che il significato del verso sia molto più ampio. Alcuni, ad esempio, hanno fatto delle cose che potrebbero sembrare divine, (la fondazione di chiese, le missioni in terra straniera e la composizione di canti del culto), ma, non necessariamente tali cose sono state commissionate o ispirate da Dio.

Per esempio, di recente un mio buon amico, Arthur Meintjes, ha condiviso con me in un episodio nel mio programma di approfondimento “The Inside Story” (visibile sul sito internet www.awmi.net). Arthur è stato per anni il pastore di una chiesa fino a quando ha capito che lo stava faceva contando solo sulle sue forze. La sua vita era diventata così difficile ed insostenibile che era pronto addirittura a farla finita . Ed è stato in quel momento che Dio gli ha dato la rivelazione della grazia mettendo letteralmente sottosopra la sua vita.

Non importa se il risultato finale è buono o no. Dio vuole che tu faccia quello che Egli ti ha chiamato a fare e desidera che lo faccia con la Sua abilità. Penso che quello che qualcuno chiama esaurimento derivi, molte volte, dal cercare di fare cose buone ma con le proprie forze e capacità. Dio non ha mai chiamato a collaborare con lui persone che contano solo sui loro grandi talenti naturali. Ciò significa che possiamo smetterla di contare sulle nostre capacità. Se non ti affidi al Signore, non potrai compiere le cose che Lui ha pianificato per te e tu non sarai un successo secondo i canoni di Dio.
 
Ho un nuovo insegnamento chiamato Dio vuole che tu abbia successo e so che sarà una benedizione per te. E’ arrivato il momento di ridefinire il significato di successo. Dio ha un progetto per la tua vita e, ti assicuro,  è molto meglio di quello che tu puoi immaginare. Assicurati una copia di questo insegnamento e scopri quello a cui Dio ti ha destinato. Per l’ordine, vai sul nostro sito:
 
Dopo tutto, quando arriverà il momento di essere dinanzi al Signore, tutti vorremmo sentirci dire “Ben fatto, buono e fedele servitore!”.
 
Vi amiamo,
 

 
0 Commento

Lascia un commento

  

Invia