Seguici

Iscriviti alla newsletter

Carrello  

Nessun prodotto

Spedizione 0,00 €
Totale0,00 €

Carrello Alla cassa


Condividi questo post:

Osservando tutte le cose - Luglio 2014

0 Commento
2014-11-20 11:56:38
 

Caro amico,
quanto incide la Bibbia nelle cose in cui credi?

Se sei come la maggior parte dei cristiani, credi in Gesù ma hai settorializzato la tua fede a tal punto che i credi contenuti dalla Bibbia hanno solo una minima influenza sulle altre aree della tua vita. Per molti la Bibbia non influenza il loro modo di credere nemmeno un po’! Ritengono che anche se dichiari di essere cristiano puoi credere qualsiasi cosa circa altri aspetti della vita e della società. E’ assolutamente sbagliato ed è conseguenza del fatto che non gli è stato insegnato di osservare tutte le cose che Gesù ha comandato di fare:
Andate dunque, e fate discepoli di tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo, insegnando loro di osservare tutte le cose che io vi ho comandato…     Matteo 28:19,20


Vedi, un discepolo è una persona che osserva tutte le cose che Gesù ha comandato. Nel complesso, purtroppo, la chiesa non sta facendo discepoli. Spesso la logica della chiesa è questa: facciamo in modo che le persone nascano di nuovo e che vadano in Cielo, tutto il resto poi verrà da sé.

Questo ha causato non pochi problemi, perché siccome la chiesa non sta insegnando alle persone di osservare le cose che Gesù ha insegnato, si è verificato un vuoto nella società dove invece i cristiani dovrebbero prendere una posizione su certe tematiche di indubbia rilevanza. Quando si tratta di questioni sociali o morali, molti cristiani stanno zitti o addirittura vanno contro quello che dice la Bibbia. Asseriscono di avere fede nel Signore, ma non si comportano come dei discepoli. Potrebbe sembrarvi scioccante, ma guardate come ha risposto Gesù alle persone che avevano “semplicemente” creduto in Lui.


Se dimorate nella mia parola, siete veramente miei discepoli… (Giovanni 8:31)


Non è sufficiente far nascere le persone di nuovo di modo evitando che vadano all’inferno. Non stiamo parlando solo di assicurarsi una polizza assicurativa. Bisogna continuare nella Parola di Dio se vuoi essere davvero Suo discepolo. Questo dovrebbe essere lo scopo di ogni singolo cristiano!

Eppure è incredibile il numero delle persone che non ne comprende l’importanza. Pensano che la Bibbia non debba necessariamente influenzare ciò che credono circa l’economia, questioni razziali, matrimonio, salute. Quando poi tocchiamo temi scottanti come l’omosessualità, aborto ed evoluzione la chiesa è costantemente divisa.

Molti dicono: “C’è troppa ingerenza. Bisogna solo predicare la Parola e smettere di mischiarci nella politica e nei temi di carattere sociale”.Questo è esattamente quello che sto facendo io: sto predicando la parola. E non sono io ad invadere l’arena sociale e politica, ma sono queste cose che vogliono usurpare e pervertire quello che la Bibbia ha da dire su tali temi. La Parola di Dio ha istruzioni per ognuna di queste aree.

La Parola di Dio ha molto da dire sulle questioni che la società di oggi si trova ad affrontare. Se noi restiamo in silenzio, i non credenti, che non hanno una visione del mondo dalla prospettiva del pensiero di Dio, saranno quelli che stabiliranno le linee di condotta e determineranno quello che possiamo o non possiamo dire e quello che possiamo o non possiamo fare.Sta già succedendo e molti cristiani lo hanno passivamente accettato come un destino ineluttabile.

Si sono allontanati dalle parole di Gesù e non sanno nemmeno cosa ha da dire la Parola di Dio su queste questioni.
C’era un donna nel nostro college biblico che venne da me dicendomi che ogni volta che parlavo di temi come l’economia, l’aborto, l’omosessualità, creazionismo ed evoluzionismo iniziava a contorcersi pregando Dio che tornassi a parlare di cose inerenti alla Bibbia.  Dopo un anno e mezzo di scuola biblica questa donna era radicalmente cambiata e che aveva cambiato la sua posizione su quasi tutte queste questioni. Quando mi ha detto queste cose l’ho presa da parte e le ho chiesto: “Non intendo criticarti, ma onestamente vorrei sapere come è possibile che un devoto cristiano possa avere questi punti di vista che sono completamente contrari alla Bibbia?”Lei mi ha risposto: “Amavo Gesù e avevo dedicato davvero la mia vita a Lui, ma in realtà non amavo la Sua Parola. Quando sono venuta al college biblico ho iniziato ad ascoltare la Parola di Dio e me ne sono innamorata. Ora permetto alla Parola di Dio di dominare la mia vita e il mio modo di pensare e non sono più riuscita a conservare le mie vecchie posizioni”.


Puoi amare Dio ed essere liberale nel tuo modo di pensare o sulle questioni di rilevanza sociale, ma non puoi amare la Parola di Dio e continuare ad essere liberale.Anche tu potresti trovarti nella stessa condizione di tale donna: essere sinceramente nata di nuovo, amare Dio ed essere sulla strada per il Cielo, ma mantenere stretti i tuoi punti di vista che sono completamente opposti a quello che dice la Parola di Dio.


La ragione di tale contraddizione risiede nel fatto che non ami la Parola di Dio, proprio come questa donna. Non ti è stato insegnato ad osservare tutte le cose che Gesù ha comandato. Se vuoi essere discepolo di Gesù, non puoi osservare solo quelle parti che ti piacciono. Se la tua attitudine, la tua dottrina il tuo modo di vedere il mondo non è allineato al pensiero di Dio, devi cambiare tu e non la parola di Dio! Questo è davvero importante!

Alcuni di voi che stanno leggendo questa newsletter hanno punti di vista e posizioni che sono completamente contrarie alla Parola di Dio, eppure avete l’ardire di chiamarvi cristiani devoti. Quello che voglio che sappiate è che non potete continuare a mantenere tali posizioni e chiamarvi anche discepoli di Gesù.

Di recente stavo facendo visita ad un ministro che, dal pulpito, aveva intenzionalmente deciso di tacere sul tema dell’omosessualità. Diceva che voleva amare queste persone e non aveva intenzione di condannarle o allontanarle in alcun modo. Sono naturalmente d’accordo sul fatto che non dobbiamo condannare le persone e dovremmo sempre amarle, ma ho anche dovuto fargli notare quanto segue: “Che mi dici dei bambini che stanno crescendo nella chiesa? Il mondo intorno a loro è molto aggressivo nell’imporre il loro modo di vedere le cose. Se la chiesa non prende una posizione e non predica cosa è giusto allora il modo di vedere del mondo si imporrà sui nostri giovani. A causa del vuoto di informazione creato dai credenti che stanno in silenzio, molto probabilmente finiranno per credere a quelle menzogne e adotteranno modi di vedere completamente contrari alla parola di Dio. Va benissimo essere accoglienti e far sentire tutti benvenuti in chiesa, ma non stiamo di certo facendo loro un favore tacendo sulla verità”.


Mi ha risposto dicendomi che non aveva mai pensato alla cosa in questo termini. Questo perché la chiesa ed i suoi ministri sono in larga misura attivi esclusivamente nella promozione e nella difesa  la nuova nascita – ovvero il destino eterno delle persone. Mentre ciò accade, il mondo sta predicando la sua dottrina. Triste a dirsi ma molti cristiani stanno acquisendo questo modo di pensare perché non c’è una voce di opposizione o qualcuno in difesa della verità. Io sto prendendo una posizione contro tutto quello che vuole minare la Parola di Dio ed anche tu hai bisogno di farlo!


Potresti sentirti offeso da tutto questo perché non sei cresciuto così, non ti hanno insegnato queste cose o semplicemente hai creduto ad alcune cose per così tanto tempo che non sai se riuscirai mai a cambiare, Ho iniziato la mia lettere chiedendoti quando la Parola di Dio influenza il tuo modo di pensare e di credere. Sei disposto a prendere una posizione? Sei disposto ad essere un discepolo di Gesù piuttosto che un semplice convertito? Sono tutte buone domande da porre a te stesso.


Il college Biblico CHARIS sta avendo un grosso impatto e nel curriculum del primo anno abbiamo aggiunto corsi che trattano temi di carattere sociale come omosessualità, aborto e creazionismo contro evoluzione. Preghiamo che genitori e nonni ci mandino i loro ragazzi per almeno un anno prima che frequentino i college normali dove insegnano l’esatto opposto di ciò che dice la Bibbia. Stiamo facendo discepoli su larga scala!


Se vuoi ricevere gratuitamente il corso di “Evangelizzare facendo Discepoli” in italiano (formato PDF), che è un utilissimo strumento per insegnare in gruppi di studio, chiese, riunioni in casa, università o dovunque ci siano persone che vogliono capire quale è il pensiero di Dio su temi di rilevanza spirituale, sociale, economica e morale, manda pure una mail alla segreteria italiana del ministero: info@awme.it o chiama il numero 347-72.71.811
Vi amiamo,

Andrew e Jamie Wommack?

 
0 Commento

Lascia un commento

  

Invia