Seguici

Iscriviti alla newsletter

Carrello  

Nessun prodotto

Spedizione 0,00 €
Totale0,00 €

Carrello Alla cassa


Condividi questo post:

E' già tuo - Maggio 2014

0 Commento
2014-11-20 11:39:55
 

Cosa vuoi che il Signore faccia per te? Hai bisogno che il Signore ti guarisca? O la tua richiesta riguarda la tua situazione finanziaria e lavorativa? Hai bisogno di maggiori risorse?  La verità è che non hai bisogno che il Signore faccia qualcosa, Lui ha già fatto la Sua parte, di qualunque cosa si tratti, è già tua! Tutto questo può sembrare folle per qualcuno di voi. Forse starai pensando “Ho una relazione medica che prova che non sono affatto guarito”, oppure “Tu non hai visto il mio conto in banca”. Qualunque siano le questioni naturali, la verità è che Dio ti ha già dato tutto quello di cui hai bisogno.
2° Pietro 1:3 dice:

“Secondo la Sua divina potenza Egli ci ha dato tutte le cose che riguardano la vità e la pietà, attraverso la conoscenza di Lui che ci ha chiamati alla gloria e alla virtù.”


L’ingrediente mancante è proprio la conoscenza. Molti cristiani credono che Dio possa fare ogni cosa ma, in realtà, non credono che abbia fatto molto per loro. Vivono nel costante tentativo di convincere Dio a fare qualcosa, stanno implorando Dio di muoversi con un risveglio, con una guarigione, con prosperità, etc. Corrono di conferenza in conferenza cercando di ottenere qualcosa da Dio ma non sanno che ce l’hanno già.

La Bibbia dice: “Benedetto sia l’Iddio e Padre del nostro Signore Gesù Cristo, che ci ha benedetti di ogni benedizione spirituale nei luoghi celesti in Cristo”. (Efesini 1:3)

Qui dice che Dio “ci ha benedetti di ogni benedizione spirituale”, il che significa che è stato già fatto, hai già tutte le benedizioni spirituali, quindi chiedere qualcosa a Dio o aspettare che Egli ti benedica è controproducente; eppure è questo il punto di partenza della maggior parte dei cristiani.

Se sono malati invece di cominciare da “Per le Sue ferite, sono guarito” (1 Pietro 2:24), oppure da “In me c’è la stessa potenza che ha resuscitato Gesù dalla morte” (Efesi 1:19-20), prendono la relazione del dottore o i dolori che sentono nei loro corpi e dicono “Sono malato, o Dio, puoi guarirmi?”. Cercano quindi di raggiungere un risultato invece di assumere la posizione di chi ha già vinto!

Un giorno stavo pregando per la guarigione di mio figlio che era molto piccolo a quel tempo. Non lo vedevo ancora guarito quindi chiesi a Dio: “Che cosa sto sbagliando?”. E il Signore mi parlò dicendomi: “Tu stai combattendo affinchè tuo figlio sia guarito invece di combattere perché è guarito!”. Potresti dirmi: “Non vedo la differenza!”. Eppure c’è una differenza enorme! Il Signore mi disse che stavo cercando di ottenere qualcosa da Lui invece di difendere la guarigione di mio figlio e lasciar agire semplicemente ciò che Gesù aveva già provveduto.Se non hai ancora compreso questo allora ti garantisco che è proprio per questo che non stai ancora ricevendo da Dio. Hai bisogno di rivelazione su questo argomento. Gesù ha già provveduto ogni cosa di cui tu possa mai aver bisogno. Sei benedetto con ogni benedizione spirituale, proprio tutte!

Tutta la rivelazione che ho ricevuto su questo argomento l’ho raccontata nel libro “Spirito, Anima & Corpo”. Dio è uno Spirito (Giovanni 4:24) e si muove nel regno spirituale. Poter vedere la manifestazione fisica di quello che Lui ha già fatto nel regno spirituale dipende da quanto crediamo e da come decidiamo di agire, non da quello che Lui fa o non fa. Non tocca al Signore guarirci, Lui ci ha già guarito (1 Pietro 2:24) e ci ha già dato la Sua potenza miracolosa da utilizzare e liberare.La guarigione è stata già provveduta. La prosperità fiinanziaria è stata già provveduta. Gioia e pace e qualunque cosa di cui hai bisogno è già stata provveduta. Se stai passando un periodo negativo, se le cose non stanno andando bene e se non ti senti come dovresti non lasciarti andare allo scoraggiamento e alla disperazione. Non fare come fanno mediamente i cristiani che dicono al Signore: “Oh Dio, toccami, dammi gioia!”.

La Bibbia dice che tu hai già ricevuto queste cose quindi la domanda da farsi è: “Bene, dove sono queste cose?”. In Galati 5:22-23 è scritto che gioia, pace, gentilezza, bontà, fede, mansuetudine e temperanza sono già in te se sei nato di nuovo. E sono proprio là nel tuo spirito! Molte persone sono venute da me dicendo: “Non sento l’amore di Dio, vorresti pregare, per favore, affinché Egli possa liberare il Suo amore su di me?”. Molti pensano che questa sia una grande richiesta ma in realtà implicherebbe una mancanza da parte di Dio, come se fosse colpa Sua se non sentono il Suo amore! La verità è che l’amore di Dio è stato già versato su di te. Guarda cosa è scritto in Romani 5:5:


“L’amore di Dio è stato sparso nei nostri cuori mediante lo Spirito Santo che ci è stato dato.”


Dio ti ama sia che tu lo senta sia che tu non lo senta! Il Suo amore è stato sparso nel tuo cuore o, in altre parole, nel tuo spirito. Il Suo amore non è condizionato dalle tue buone azioni o dalla tua santità. Devi assumere come punto di partenza il fatto che Dio ha già provveduto ogni cosa e, se non senti il Suo amore, non è Lui che non lo ha dato, sei tu che non realizzi quello che hai!Quando sai di avere qualcosa non devi più sforzarti, non ti senti più sotto condanna, non hai più quella mentalità legalista che ti costringe a cercare di guadagnare qualcosa da Dio. Questo porta via anche tutti i dubbi. Come puoi infatti dubitare di ricevere qualcosa che già possiedi? È davvero molto semplice.

Durante le mie riunioni spesso cammino verso qualcuno e consegno nelle sue mani la mia Bibbia. Poi chiedo: “Ora che cosa dovrei fare se tu mi chiedessi la mia Bibbia? Come dovrei risponderti?”. Probabilmente ti guarderei e resterei in silenzio. Molti cristiani, quando pregano per quello che già hanno, ricevono un silenzio totale dal Signore perché Dio ha già dato loro tutto quello di cui hanno bisogno. Se Dio potesse mai essere confuso penso che lo sarebbe proprio per questo e direbbe: “Ho detto loro nella Mia Parola che sono già benedetti, guariti, prosperi e che hanno gioia e pace nel loro spirito; ma allora perché continuano a chiedermi quello che già hanno? Perché mi chiedono di intervenire nelle loro riunioni se ho già detto che sarei stato presente ovunque due o tre di loro si fossero riuniti? Perché mi chiedono di andare con loro se ho già detto che non li avrei mai lasciati o abbandonati?”.“Benedetto sia l’Iddio e Padre del nostro Signore Gesù Cristo, che ci ha benedetti con ogni benedizione spirituale nei luoghi celesti in Cristo”. Qui dice che queste benedizioni spirituali sono nei luoghi celesti in Cristo ma, dato che tu sei in Cristo, esse sono in te, proprio come è scritto nel verso seguente:
“Perché in lui ci ha eletti prima della fondazione del mondo” (Efesini 1:4).
Filemone 6 è un altro verso che spiega questa verità. Paolo stava pregando “affinché la comunicazione della tua fede possa diventare efficace”, il che significa che la tua fede possa cominciare a operare “per mezzo della conoscenza di ogni cosa buona che è in te in Cristo Gesù”.

Come vedi ogni cosa buona è in te in Cristo! Ce l’hai già! Lui ha detto che non ti avrebbe mai lasciato né abbandonato (Ebrei 13:5) quindi, invece di pregare “Signore, stai con me questa settimana se è nella tua volontà, nel nome di Gesù” oppure “Oh Dio, dove sei? Potresti amarmi per favore? Io non sento l’amore di Dio!”, dovresti pregare dicendo “Grazie Padre perché non mi lasci mai e sei qui con me sempre. Grazie per la tua bontà”. Comincia solo a riconoscere le buone cose che la Parola dice che sono in te e poi la tua fede comincerà a essere efficace e comincerai a vedere quelle cose manifestate nella tua vita. Tutto questo è molto più facile di stare a supplicare o a implorare Dio di intervenire.Dio ha già fatto la Sua parte. Quando Gesù morì sulla croce disse: “È compiuto” (Giovanni 19:30). La Scrittura rivela in Efesini 1:20 che oggi Lui è seduto alla destra del Padre.

Non sta quindi continuando il lavoro perché è stato già fatto tutto, è compiuto! Hai bisogno di essere guarito oggi? È stato già fatto, Gesù ha già preso 2000 anni fa sul Suo corpo le frustate per te. Hai bisogno di essere salvato? Giovanni 2:2 dice che “Egli è la propiziazione per i nostri peccati, e non solo per i nostri ma anche per quelli del mondo intero”. Dio ha già perdonato i peccati del mondo intero, non è più un problema di Dio perdonarti, Lui ha già perdonato i peccati. Ma tu riceverai il Suo perdono? Metterai fede in quello che Gesù ha fatto? Questo è il vero problema.Dio ti ha già perdonato, ti ha già guarito e ha già comandato la Sua benedizione su di te e sulle tue finanze. Lui ti ha già dato amore, gioia e pace. Non hai bisogno che Dio ti risponda, hai bisogno di imparare a rispondere a Dio! È più facile difendere qualcosa che già possiedi piuttosto che cercare di ottenere qualcosa che non hai.È qualcosa di molto potente ma è proprio ciò che manca a molti cristiani. Sanno che Dio può fare tutte queste cose ma non pensano che le abbia già fatte. Partono quindi da una posizione di incredulità. Per quanto riguarda la guarigione il modo più appropriato di procedere è prendere Proverbi 18:21 che dice “Morte e vita sono in potere della lingua”, e poi cominciare a liberare questo potere contro la malattia e l’infermità dicendo “Io dichiaro spezzata questa malattia, la maledico e le comando di lasciarmi. Dio, io dichiaro la vita che tu ha già messo dentro di me, la lascio scorrere attraverso il mio corpo”. Questo è il modo in cui puoi cominciare a cooperare con Dio. Dobbiamo imparare a credere che le cose sono accadute anche se non possiamo ancora vederle, toccarle, ascoltarle e sentirle. Possiamo credere che ci sono frequenze televisive nell’atmosfera anche se non possiamo vederle. Sappiamo anche che ci serve un televisore da accendere e sintonizzare per poter guardare quei canali; ma essi sono comunque presenti e trasmettono anche se noi non siamo lì a riceverli. Dobbiamo cominciare ad applicare questi principi alle cose spirituali, non possiamo più limitare la nostra visuale soltanto al mondo fisico.

C’è molto di più di quello che puoi percepire con i tuoi cinque sensi. C’è di più di quello che senti con le tue emozioni. C’è uno spirito dentro di te e c’è un regno spirituale nel quale Dio ha già fatto tutta la Sua parte. Se non ti relazioni con esso nel modo giusto perderai la giusta direzione della tua vita spirituale e sarai preda di tante stranezze presenti oggi nel corpo di Cristo. Hai bisogno di vivere attraverso un certo punto di vista, quello che Dio ha già fatto ogni cosa e ha provveduto tutto quello di cui hai bisogno.Il problema non è cercare di convincere Dio a fare qualcosa nella tua vita; il problema è cominciare ad agire in accordo con Lui ricevendo quello che ha già provveduto.C’è tanta rivelazione che vorrei condividere con te su questo argomento ma non ho tutto lo spazio sufficiente in questa lettera.

Ti incoraggio quindi a procurarti una copia del mio insegnamento “È già tuo!”. Questo insegnamento ha cambiato la mia vita e so che può cambiare anche la tua! Questo insegnamento sarà presto disponibile anche in italiano.
Questo è un insegnamento fondamentale per la vita cristiana ecco perché voglio condividerlo con voi in ogni modo possibile. Tante persone purtroppo non comprendono ancora quello che Dio ha già fatto per loro. Se questa lettera ti ha aiutato o ti ha insegnato qualcosa prendi in considerazione la possibilità di aiutarci condividendo con altre persone queste notizie quasi troppo belle per essere vere.
Ciò che non si conosce può uccidere e questo insegnamento potrebbe cambiare la vita di qualcuno.
Siate benedetti,

Andrew and Jamie.

 

 
0 Commento

Lascia un commento

  

Invia